Privacy Policy Cosa vedere a Bologna centro - Caffeinviaggio
Categorie
Italia

Cosa vedere a Bologna centro

Bologna è il capoluogo dell’Emilia Romagna e la regina indiscussa del cibo, qui infatti il cibo fa da padrone o meglio il buon cibo.

Terra indiscussa delle lasagne, del ragù alla bolognese, dei tortellini, mortadella e molti altri piatti prelibati ma oltre al buon cibo è ricca di luoghi d’interesse e attrazioni.

La prima volta a Bologna è stata la base di partenza per LA VIA DEGLI DEI, se non sai di cosa stiamo parlando visita il sito ufficiale.

La via degli Dei è un cammino che collega Bologna a Firenze, un’esperienza unica che ci ha davvero cambiato e fatto riflettere.

La seconda nostra visita sempre molto di sfuggita ci ha però fatto apprezzare questa città nel periodo Natalizio e soprattutto la sera con le sue luci magiche.

Ed in fine la terza volta siamo riusciti a visitarla come si deve, ovviamente ci ha riempito il cuore.

Cosa vedere a Bologna centro
Cosa vedere a Bologna centro

Come raggiungere Bologna

In treno

Bologna è una grande città e per questo è raggiungibile in treno senza problemi, la stazione centrale è ben collegata al resto della città.

I treni che raggiungono Bologna sono moltissimi, sia regionali che treni Freccia rossa o come Italo.

Aereo

L’aeroporto di Bologna è poco fuori il centro e collegato con numerose città Italiane e estere anche con linee low cost.

Macchina

Noi spesso includiamo Bologna in qualche giro più ampio con la nostra macchina e per questo ci ritroviamo poi a cercare parcheggio.

Abbiamo ormai assodato la nostra preferenza per il parcheggio, ossia il Metropark 2 in Via dè Carracci e via Bovi campeggi.

Il costo orario è di €2,20 ma dopo la sesta ora di permanenza il costo è di €12,00 , a nostro parere se devi visitare la città sicuramente ci impieghi più di sei ore e troviamo il prezzo conveniente.

Cosa vedere a Bologna centro

Piazza Maggiore

Il cuore vivo della città, in questa piazza infatti si concentra la maggior parte delle persone sia di giorno che di sera.

Da qui si diramano numerose vie ricche di negozi e piccole botteghe che vendono frutta, pesce e prodotti locali.

La fontana del Nettuno si trova proprio in questa piazza, fontana molto chiacchierata anche sui social in quanto se la osservate bene in una specifica posizione la mano del Nettuno sembrerà assumere la forma di qualcosa che rende la statua a luci rosse.

In questa Piazza si affacciano vari edifici molto importanti storicamente, il Palazzo Comunale con la Torre dell’orologio e la Sala Borsa, Palazzo dei Bianchi, La Basilica di San Petronio e Palazzo Podestà.

Cosa vedere a Bologna centro
Cosa vedere a Bologna centro

La torre degli Asinelli a Bologna

Pensate che originariamente queste torri erano circa una ventina in tutta Bologna, oltre ad essere importanti a livello militare erano un segno di pregio e importanza per la famiglia che ne ordinava la costruzione.

La torre degli Asinelli è alta circa 90 metri ed è possibile raggiungere la sommità, vi troverete a salire 497 gradini, la salita quindi non è molto facile ma sicuramente la vista su tutta la città è una bellissima ricompensa.

Orari dalle 10.00 alle 18.15

Costo €5,00

I canali di Bologna

La famosissima finestrella di Bologna ormai ha fatto il giro del mondo grazie ai social, forse anche un po’ troppo enfatizzata a nostro parere.

Ci sono scorci di Bologna secondo noi molto più suggestivi, inoltre molto spesso il “canale” visibile dalla finestra è asciutto e rende meno particolare la vista.

L’origine di queste finestre infatti è molto recente, o meglio la riscoperta di questa caratteristica di Bologna dimenticata.

La città era ricca di canali e corsi d’acqua che negli anni ’50 sono stati interrati, quindi i canali di Bologna sono stati dimenticati.

I locali stanno cercando di far conoscere questo spicchio di storia e mostrarlo ai suoi visitatori.

I canali di Bologna
I canali di Bologna

Quattro cantoni di Bologna

Sotto la Torre dell’Arengo nella zona centrale del Palazzo Podestà un voltone poggia su quattro pilastri decorati con delle statue.

Questo punto ha una particolare acustica, se vi ponete su due angoli opposti rivolti verso le colonne e parlate infatti vi sarà possibile sentire perfettamente quello che il vostro compagno di viaggio vi sta dicendo.

Provare per credere.

I portici di San Luca

Se non vi piace camminare allora questa attrazione non fa per voi, infatti per raggiungere San Luca si percorrono i portici di San Luca (Nella via degli Dei sono parte della prima tappa).

I portici di San Luca sono lunghi 4km in salita, il percorso è ricco di simboli per la comunità cristiana.

Gli archi sono 666 definito il numero del diavolo per farvi un esempio, questo percorso viene visto come un percorso per raggiungere la redenzione.

Raggiunta San Luca la vista su Bologna e il territorio circostante è molto bello soprattutto all’alba.

Bologna
Bologna

Via Pescherie vecchie

La nostra via preferita, passeggiare lungo Via Pescherie vecchie è un po’ come tornare indietro nel tempo.

Ti dovrai destreggiare tra bancarelle di frutta, pescivendoli, macellerie, gastronomie, osterie e tanto buon cibo.

Il profumo è qualcosa di meraviglioso oltre ai colori e il brusio dei locali che fanno acquisti di tutti i giorni.

Se ora ti è venuta fame puoi trovare dove mangiare a Bologna in questo articolo.

Se ti è piaciuto il nostro articolo condividilo con chi vuoi!

Ricordati di seguirci sui social!

Chi siamo

HI SIAMO

Ciao, siamo Gaia e Riccardo e a volte anche Aiden.

Ci piace viaggiare, scoprire luoghi insoliti e posti indimenticabili dove mangiare.

Secondo noi si viaggia anche con il cibo e per questo locali instagrammabili, tipici e fuori dal comune sono sempre nei nostri itinerari.

Se ti piace viaggiare e\o ti piace mangiare sei nel blog giusto.

Di Gaia Fornasier

Amore per la scrittura da sempre, libri nei cassetti e in estasi perenne per ogni nuovo viaggio.
Questo connubio ha portato alla nascita di questo Blog un po' per divertimento un po' per distrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *